Un inizio poetico

I nostri primi eventi dedicati alla poesia si sono tenuti nel 2013 in Romania, a Bucarest e dintorni. Date un’occhiata e lasciatevi ispirare...

  • Poetry subwayPoetry subway
  • Poetry-CaféPoetry-Café
  • Poetry-Café2Poetry-Café2
  • Pay-with-a-poemPay-with-a-poem

La metropolitana della Poesia

Il 1° ottobre 2013, giornata che segnava la fine ufficiale delle vacanze, i passeggeri della metropolitana di Bucarest, lungo il tragitto che li portava al lavoro o a scuola, hanno avuto una bella sorpresa: le pareti di un intero vagone erano state decorate con poesie scritte su foglietti post it, pronti per essere portati a casa come souvenir. Il mattino, durante la conferenza stampa, opinionisti di rilievo avevano raccontato quanto importante fosse la poesia nella loro vita quotidiana. La sorpresa era stata ripetuta nel pomeriggio con un altro vagone “poetico”, per rallegrare il rientro a casa dei passeggeri.

È stata la prima iniziativa da noi lanciata per portare la poesia tra la gente.

Pay with a Poem

Il 23 ottobre 2013, oltre 6.300 partecipanti all’iniziativa hanno composto poesie, rime o versi, e nessuno tra loro era artista, poeta o pubblicitario. Annotate su tovagliolini di carta, le poesie servivano da valuta per pagare il caffè Meinl in tante caffetterie di tutta la Romania. Per un’intera giornata, dunque, il prezzo del caffè non è stato espresso in denaro, ma… in versi.

Per la prima volta avevamo trasformato la poesia in valuta di pagamento, valida per un’intera giornata.

Pay with a poem 2015

Sabato 21 Marzo, più di 100,000 persone in tutto il mondo hanno mostrato che le emozioni sono più preziose del denaro.

Poetry Café

Il 15 novembre 2013 Julius Meinl presentava a Bucarest un nuovo locale, interamente dedicato alla poesia. All’interno del caffè si trovava un robot che per un’intera giornata aveva trascritto versi contemporanei direttamente sulle pareti del locale. I versi trascritti dal robot in tempo reale venivano inviati dai consumatori con l’aiuto di una speciale applicazione, tramite la nostra pagina Facebook. Il lancio del locale con il poeta-robot voleva segnalare a tutti il ruolo fondamentale che può avere la poesia anche in un secolo come questo, caratterizzato da velocità e tecnologia.